Non toccate i nostri bambini, no alla pedofilia

La campagna di sensibilizzazione nasce per scuotere gli animi degli adulti affinché si possa prendere consapevolezza della piaga dilagante e inarrestabile della pedofilia e della sua divulgazione anche nella Rete Internet attraverso l’evoluzione tecnologica (cyber pedofilia). La cultura e l’atteggiamento del pedofilo lancia messaggi ambigui inerenti l’abuso, cercando di convincere le persone sulla “normalità” di un’attrazione nei confronti dei bambini. Inoltre, in maniera subdola e persuasiva, manipola le menti dei bambini e degli adulti al fine di modificare l’immaginario del bambino, non più inteso come emblema dell’innocenza, ma individuo con esigenze sessuali da soddisfare.

Questa iniziativa contrasta tale cultura e fornisce le sane e veritiere informazioni sulla pedofilia mediante anche gli strumenti per arginarla.

Pertanto, la campagna divulga il Numero Verde del Centro Ascolto e di Prima Accoglienza, che concede una soluzione ai bambini la cui infanzia è stata violata e fornisce ai genitori le informazioni e le linee guida per riconoscere i segnali del malessere del figlio e per gestire la problematica.

L’iniziativa consente un intervento di prevenzione anche nelle scuole attraverso uno strumento di comunicazione che permette di abbattere le barriere tra l’adulto e il bambino e di rendere il linguaggio più semplice e consono ai bambini per spiegare la pedofilia e per insegnare loro l’importanza del dialogo con l’adulto, l’insegnante e il genitore.

II-Ist-Comp-Bianca