ULTIME NEWS

PEDOFILIA/ GIORNATA BAMBINI VITTIME, ALBERTI CASELLATI A DON DI NOTO: METER DA’ PROVA DI ESSERE SPERANZA PER I PICCOLI, DIFENDIAMOLI CON FORZA.

DI NOTO: PRESIDENTE, VENGA A TROVARCI: SCUOTEREMO INSIEME LE COSCIENZE

Maria Elisabetta Alberti CasellatiAvola (SR) 3 maggio 2019 - “Caro don Fortunato, è con spirito di forte vicinanza che le rinnovo la mia convinta adesione alla Giornata dedicata ai bambini vittime di violenza e contro ogni forma di sfruttamento a cui, anche quest’anno, ho volentieri concesso il patrocinio del Senato della Repubblica”. È con queste parole che Elisabetta Alberti Casellati, presidente del Senato, ha scritto a don Fortunato Di Noto, fondatore e presidente dell’Associazione Meter Onlus (www.associazionemeter.org) in occasione della XXIII GBV – Giornata Bambini Vittime della violenza, dello sfruttamento e dell’indifferenza, contro la pedofilia in corso in questi giorni e che si concluderà il 5 maggio (per tradizione cade la prima domenica di maggio).

Il Raduno conclusivo che si svolge ogni anno a Piazza San Pietro è stato rimandato a causa del viaggio del Santo padre Papa Francesco in Bulgaria e Macedonia.

Per la Presidente Casellati: “Questa manifestazione (…) ha più volte dato prova di essere un prezioso momento di speranza per i tanti, troppi, minori violati nella loro più intima e profonda fragilità”. E ancora: “Una fragilità che è dovere comune proteggere con forza e assoluta determinazione; di fronte alla quale occorre scuotere le coscienze, vincere le indifferenze, e adoperarsi per diffondere una cultura dell’attenzione che offra a ogni bambina e ad ogni bambino tutele adeguate a preservarli da queste nuove forme di schiavitù fisiche e psicologiche”.

Casellati ha voluto indirizzare anche: “Un ringraziamento” da estendere: “Ai tanti volontari che quotidianamente dimostrano, con la loro incondizionata dedizione, come l’amore sincero per la vita umana sia capace di vincere ogni abuso, per ridare gioia negli sguardi di questi bambini e donare loro un nuovo sorriso”.

“Un messaggio davvero forte e pieno di affetto, quello della Presidente Casellati”, dice don Fortunato, per il quale: “L’adesione della seconda carica dello Stato ci onora, e con essa anche il patrocinio che la presidente ci ha voluto concedere. Ha ragione: bisogna proteggere i nostri piccoli con forza e determinazione, scuotendo le coscienze. Ci proviamo da trent’anni: presidente, ci venga a trovare e potrà toccare con mano quanto sono vere le sue parole: scuoteremo insieme le coscienze”, conclude il sacerdote siciliano.